Non va al processo e si lancia dal balcone

Non va al processo e si lancia dal balcone
Accusato di incendio doloso sarebber dovuto comparire in aula in tribunale, ma due giorni prima dell’udienza ha tentato il suicidio. Ora è in coma farmacologico in un letto d’ospedale. La drammatica vicenda ha per protagonista un giovane di Baiano. Il 31enne è imputato per incendio doloso: i fatti r…

Non va al processo e si lancia dal balcone

Accusato di incendio doloso sarebber dovuto comparire in aula in tribunale, ma due giorni prima dell’udienza ha tentato il suicidio. Ora è in coma farmacologico in un letto d’ospedale. La drammatica vicenda ha per protagonista un giovane di Baiano. Il 31enne è imputato per incendio doloso: i fatti risalgono all’anno scorso. Il ragazzo diede fuoco alla vettura del suo ex datore di lavoro che qualche giorno prima lo aveva licenziato. Il rogo distrusse anche altre vetture accanto. Ad inchiodarlo le immagini delle telecamere del distributore di servizio dove si era recato per riempire la bottiglia incendiaria. Il 31enne doveva presentarsi davanti al giudice del tribunale di Avellino, ma il suo avvocato ha presentato alla corte il certificato dell’ospedale. Il giovane si è lanciato dal balcone della sua abitazione: ha il cranio fracassato e le costole rotte. Il 31enne recentemente aveva già tentato il suicidio, lanciandosi da un impalcatura.

Notizie correlate