Parto in ambulanza a Mercogliano, aperte due inchieste

Parto in un’ambulanza a distanza di poco dalle dimissioni dall’ospedale. Sono due, le inchieste aperte su quanto accaduto la notte di venerdì scorso. Il piccolo venuto alla luce durante la corsa verso il pronto soccorso – la donna era incinta al sesto mese – è in Rianimazione: sta rispondendo bene alle cure, ma le sue condizioni restano critiche. Qualche minuto dopo la nascita ha avuto ben due arresti cardiaci. I parenti della giovane coppia di Mercogliano chiedono chiarezza su quanto accaduto. E dopo l’intervento della polizia, è stata aperta un’indagine. Stamane gli agenti della sezione volanti coordinati dal dottore Elio Iannuzzi sono tornati in ospedale per acquisire altre testimonianze. E’ stato sentito anche il medico di turno quella sera in ginecologia. La donna accusava dolori addominali. Ed è proprio intorno alle dimissioni – per i parenti suggerite dal medico per il professionista e l’ospedale avvenute volontariamente che ruota l’inchiesta, oltre all’aggressione denunciata dallo stesso ginecologo e che ha portato poi i poliziotti a contrada Amoretta. La direzione sanitaria del Moscati ha avviato come di prassi un’indagine interna chiedendo a tutti i soggetti coinvolti una relazione sull’accaduto.

Notizie correlate