Pizzo sulle vincite, De Lieto: criminalità, problema serio

Pizzo sulle vincite, De Lieto: criminalità, problema serio

Il duro colpo inferto alla malavita dall’Arma dei Carabinieri, con l’arresto di esponenti dei clan Cava e Genovese, per atti intimidatori ed estorsione fanno emergere, in tutta la sua gravità, il problema delle criminalità in provincia di Avellino. Lo ha dichiarato il Segretario Nazionale dell’ Associazione “Amici della Polizia” Antonio de Lieto. Il radicamento camorristico in alcune realtà dell’avellinese e la lenta espansione in larga parte della provincia di Avellino – ha continuato DE LIETO – devono fortemente preoccupare le Istituzioni tutte ed i cittadini che devono vedere nelle Forze dell’Ordine un’istituzione amica e non è certamente con l’indifferenza e con il mutismo che si crea un futuro migliore per i nostri figli. Gli sforzi dell’Arma dei Carabinieri e della Polizia di Stato per contrastare il fenomeno malavitoso in Irpinia, sono un forte segnale di presenza dello Stato, ma sradicare il fenomeno criminale in Irpinia non è cosa facile anche per la particolare situazione sociale che si sta creando. Da sempre l’ “A.d.P”. – ha rimarcato DE LIETO – chiede una maggiore e più capillare presenza sul territorio di presidi di Polizia, una quotidiana, intensa, accurata azione di prevenzione può essere un valido strumento di contrasto alla criminalità. Certo, le Forze dell’Ordine – ha evidenziato il leader dell’ “A.d.P”. pur animate dalla più buona volontà e dal forte spirito di sacrificio, si trovano in grosse difficoltà operative anche per una carenza di organici e di mezzi nonché per la scarsa collaborazione delle popolazione. L’Associazione “Amici della Polizia” invita i cittadini a collaborare con le Forze dell’Ordine e a denunciare fatti e reati di cui sono rimasti vittime. L’Irpinia sta conoscendo un momento di profonda crisi economica dovuta ad un contesto internazionale e nazionale nonché ad una situazione economica locale pesantemente negativa e, certamente, la criminalità è uno degli ostacoli naturali alla ripresa economica perché frena gli investimenti, blocca l’economia e impedisce il progresso. La gente irpina è laboriosa, onesta e rispettosa delle leggi. È di tutta evidenza che si tratta di criminalità di importazione che viene dalle province vicine e che trova in Irpinia una terra fertile per l’insediamento malavitoso. All’arroganza della criminalità – ha concluso DE LIETO – nelle sue varie forme, la società civile irpina deve rispondere con il senso civico che gli è proprio e con la fiducia nelle Istituzioni. Solo con la collaborazione dei cittadini si potrà sradicare la criminalità in Irpinia che altrimenti è destinata a diventare sempre più arrogante e sempre più forte.

Notizie correlate