Prodotti di dubbia provenienza, maxi sequestro

Prodotti di dubbia provenienza, maxi sequestro

I carabinieri della Stazione di Mercogliano, coadiuvati dai carabinieri del NAS di Salerno, hanno effettuato un’ispezione sanitaria presso una macelleria del posto. I controlli, che come sempre vertono anzitutto sulle leggi alimentari a tutela del consumatore, sono durati per l’intera mattinata e si sono conclusi con il sequestro penale di ben 60 chilogrammi di derrate alimentari e con il deferimento in stato di libertà del macellaio per i reati di frode nell’esercizio del commercio e di acquisto di cose di sospetta provenienza. Di fatto, sui banchi adibiti alla vendita, erano esposti al pubblico formaggi stagionati, grana padano, wurstel, pane grattugiato, salumi sottovuoto e formaggi di pecora del tutto privi di alcuna indicazione sull’origine, la costituzione, il confezionamento e la scadenza. Detti prodotti, del tutto mancanti della tracciabilità e in chiaro contrasto con le norme sanitarie per la sicurezza alimentare, erano venduti come se fossero di produzione propria ma, di fatto, erano stati acquistati da altra azienda terza non meglio specificata. I prodotti alimentari sospetti, per un totale di ben 60 kg, sono stati quindi sottoposti a sequestro in attesa delle determinazioni dell’autorità giudiziaria, mentre non è stato necessario adottare – per il momento – alcun tipo di provvedimento amministrativo nei confronti del punto vendita, che rimane quindi aperto al pubblico per la vendita di tutti gli altri prodotti che, chiaramente, rispettavano pienamente la normativa vigente.

Notizie correlate