Quindici, a Libera i beni della camorra

Quindici, a Libera i beni della camorra
All’associazione Libera la gestione dei beni sequestrati ai clan di Quindici. Lo ha detto il sindaco Liberato Santaniello durante il taglio del nastro del presidio dell’associazione antimafia nel comune tristemente noto per la faida tra i Cava e Graziano. “Gestione condivisa – spiega il primo cittad…

Quindici, a Libera i beni della camorra

All’associazione Libera la gestione dei beni sequestrati ai clan di Quindici. Lo ha detto il sindaco Liberato Santaniello durante il taglio del nastro del presidio dell’associazione antimafia nel comune tristemente noto per la faida tra i Cava e Graziano. “Gestione condivisa – spiega il primo cittadino – che dia visibilità alle attività poste in essere dal comune e dall’asociazione”. “Siamo qui per far altri passi in un territorio dimenticato da tempo – ha detto il referente di Libera Marco Cillo – non c’è solo la lotta ai clan, ma anche un programma di educazione al rispetto delle regole rivolto alle giovani generazioni”.

Notizie correlate