Raccolta e smaltimento illegale rifiuti:denunciato

Raccolta e smaltimento illegale rifiuti:denunciato

Nel corso della passata mattinata, i carabinieri della Stazione di Cervinara sono intervenuti nel comune di Rotondi, nell’ambito dei servizi di contrasto ai reati di tipo ambientale, per dare riscontro ad alcune voci che si facevano in paese circa un’illecita attività di raccolta e smaltimento di rifiuti speciali. Dopo aver fatto un accurata ispezione delle pertinenze del Comune di Rotondi, i carabinieri hanno accertato che quanto si diceva in paese corrispondeva alla realtà e che un uomo del posto, classe 1968, compiva regolarmente l’illecita raccolta, con successivo altrettanto illecito smaltimento, di rifiuti ferrosi e non solo, depositandoli all’interno di un area verde di sua proprietà e limitrofa alla sua abitazione. Nell’eseguire poi gli accertamenti in loco, i militari hanno assodato che l’uomo, servendosi di un furgone Fiat Ducato a lui intestato, operava giornalmente la raccolta di rifiuti ferrosi, rottami di auto-motoveicoli, varie parti meccaniche e centinaia di pneumatici, per poi depositarli all’interno di quel suo fondo agricolo. Al termine delle indagini, il furgone è stato sottoposto a sequestro penale unitamente a ben 7,5 quintali circa di rifiuti e all’intero terreno agricolo, per una superficie di circa 100 mq. L’uomo, invece, è stato deferito in stato di libertà perché ritenuto responsabile, secondo quanto previsto dalle normative ambientali del 2006, di esercitare l’attività di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione amministrativa.

Notizie correlate