Rissa in carcere: tensione nel penitenziario di Bellizzi Irpino

“E’ solo grazie al tempestivo ed efficace intervento dei baschi bu in servizio ad Avellino che si e’ potuto evitare che un violento alterco intercorso tra un detenuto extracomunitario ed un detenuto italiano potesse trasformarsi in una rissa dalle proporzioni e dalle conseguenze inimmaginabili”: questo il commento di Eugenio Sarno, segretario della Uil-Penitenziari, alla notizia di uno scontro fisico avvenuto nel cortile passeggi tra due detenuti nel carcere di Bellizzi Irpino, in provincia di Avellino. “Quando dai passeggi e’ scattato l’allarme – riferisce Sarno – tutto il personale di polizia penitenziaria disponibile si e’ recato sul luogo per fronteggiare l’ennesima criticita’. Questo litigio fa seguito a una vera e propria rissa scoppiata sempre ad Avellino, tra alcuni detenuti classificati ad alta sicurezza. La sequela di violenza puo’ essere interpretata come una spia di un malessere vero che attraversa la struttura. Chi ha responsabilita’ regionali e nazionali nell’amministrazione penitenziaria – chiede il sindacalista – formuli la diagnosi e individui la terapia, prima che sia troppo tardi”.

Notizie correlate