Seicento anni di carcere ai latitanti arrestati a Sperone

Seicento anni di carcere ai latitanti arrestati a Sperone

Assommano a 600 anni di carcere le pene inflitte ai sessanta imputati dal tribunale di Nola nell’aula bunker di Poggioreale. Quattrocento in meno rispetto a quelli richiesti dai PM Di Monte e Borrelli. La decisione dei giudici è stata emessa a seguito dell’istruttoria e delle indagini che portarono all’arresto di Pasquale Russo primula rossa della mala nolana dopo 15 anni di latitanza il quale ha rimediato una condanna di 24 anni. La stessa condanna è stata emessa nei confronti del fratello Salvatore. 17 anni sono toccati a Salvatore Somma e 14 anni a Alfonso Nino. I boss insieme ad altri esponenti della malavita locale erano finiti in manette a seguito del blitz effettuato a Sperone lo scorso settembre.

Notizie correlate