Serino: incendi dolosi due persone sospette

Serino: incendi dolosi due persone sospette
Questo sabato notte è stato molto movimentato per i carabinieri della di Serino e per i Vigili del Fuoco di Avellino, che sono dovuti correre, tra le 02:00 e le 03:00 su ben due incendi, sicuramente dolosi, avvenuti nel centro abitato di Serino. Il primo incendio si è verificato alle ore 02:15 circa…

Serino: incendi dolosi due persone sospette

Questo sabato notte è stato molto movimentato per i carabinieri della di Serino e per i Vigili del Fuoco di Avellino, che sono dovuti correre, tra le 02:00 e le 03:00 su ben due incendi, sicuramente dolosi, avvenuti nel centro abitato di Serino. Il primo incendio si è verificato alle ore 02:15 circa, quando una fiat 500 e una catasta di legna da ardere di circa 100 quintali sono state date alle fiamme all’interno del piazzale adibito a deposito da una nota ditta di autotrasporti del posto. La fiat 500 è andata completamente distrutta nell’incendio, così come il legname, quasi completamente incenerito dalle fiamme. Il secondo episodio incendiario, invece,si è verificato alle ore 02:30 circa, e a bruciare, questa volta, è stata una Fiat Brava di proprietà di un pensionato di Serino. Anche in questo caso la macchina è andata completamente distrutta. Una volta spenti gli incendi e iniziate le prime indagini, i militari della Stazione di Serino hanno iniziato a sentire le persone che potevano riferire sull’accaduto, nonché a cercare – assieme ai Vigili del Fuoco – qualche elemento utile per scoprire la causa degli incendi. L’esito delle indagini si è avuto non molto dopo, perché già attorno alle 4:00 di questa notte, i carabinieri sono andati a far visita a due persone di Serino, eseguendo delle perquisizioni personali e domiciliari. Le stesse hanno dato un esito moderatamente positivo, riuscendo i militari a trovare alcuni elementi che potrebbero essere compatibili con le cause dell’incendio e – soprattutto – con gli autori del gesto. Per ora i 2 uomini di Serino sono stati deferiti in stato di libertà, in attesa che carabinieri e vigili del fuoco possano esperire più approfondite indagini.

Notizie correlate