Solofra,irregolarità e poca sicurezza sul lavoro: chiusa conceria

Solofra,irregolarità e poca sicurezza sul lavoro: chiusa conceria

L’ennesimo controllo operato dai carabinieri della Stazione di Solfora ad una delle aziende conciarie della cittadina ha portato a scoprire un nuovo caso di violazione alla normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro. L’ispezione dei militari ha questa volta preso di mira un’attività d’inchiodatura pelli ubicata in via Consolazione, all’interno della quale sono stati trovati 13 lavoratori italiani, dei quali 3 impiegati in modo irregolare perché mai assunti. Durante l’ispezione all’azienda, per ciò che riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro, i militari operanti hanno potuto accertare che – come di consueto – anche in questo caso la datrice di lavoro aveva omesso di sottoporre i dipendenti alla visita medica obbligatoria, di consegnare loro i dispositivi di protezione individuale e di istruirli in merito ai rischi delle operazioni lavorative che andavano a compiere. Per giunta, non era mai stato stilato il previsto documento di valutazione dei rischi derivanti dall’attività conciaria sulla sicurezza e sulla salute dei lavoratori. Sull’impianto conciario, attese le gravi irregolarità sotto il profilo della sicurezza, sono stati apposti i sigilli del sequestro preventivo. Per gli stessi citati motivi e per le dette violazioni, l’ispezione dei carabinieri si è conclusa anche con il deferimento in stato di libertà dell’imprenditrice titolare della ditta, nonché con la contestazione di una sanzione amministrativa per più di 2mila euro per l’irregolare tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti prodotti dal ciclo industriale.

Notizie correlate