Sorpresi a rubare rame dalla palestra comunale: due arresti

CRONACA MERCOGLIANO – Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, di pattugliamento dei centri abitati e di perlustrazione delle zone agricole, nella tarda mattinata odierna, i militari della Stazione Carabinieri di Mercogliano hanno tratto in arresto due uomini di Baiano, sorpresi in flagranza del reato di furto di rame all’interno dell’ex palestra comunale ubicata alle spalle del Loreto di Mercogliano. I due, rispettivamente classe 1978 e 1952, ed entrambi già pregiudicati per altri reati contro il patrimonio, sono stati sorpresi dalla pattuglia dei carabinieri e da quella dei vigili urbani proprio dentro l’ex palestra, attualmente inutilizzata ma di fatto perfettamente efficiente ed attrezzata, nell’atto di sfilare i cavi di rame dai tracciati dell’illuminazione pubblica, dai fili dell’impianto elettrico a dalle trecce della messa a terra.
I due, tra l’altro parenti tra loro, sono stati bloccati nel mezzo del furto, ma erano già riusciti a sfilare e arrotolare in matassa ben 130 metri lineari di cavi di rame, per un danno complessivo all’opera pubblica stimabile in oltre 500 euro. Portati presso la caserma dei Carabinieri di Mercogliano, visti i pregiudizi penali già a loro carico, tra cui anche dei trascorsi a Bellizzi Irpino, i due uomini sono stati dichiarati in stato di arresto e verranno trattenuti per l’intera notte nelle celle del Comando Provinciale di Avellino, dovendo comparire – nella mattinata di domani – dinanzi ai giudici del Tribunale di Avellino per la celebrazione del giudizio per direttissima.
Intanto, il maltolto è stato restituito al Sindaco di Mercogliano, recatosi in caserma per proporre la doverosa denuncia di furto ai danni dell’edificio comunale.

Notizie correlate