Strage bus, esperti Autostrade: “Corrosione tirafondi non ha inciso su cedimento new jersey”

“La corrosione dei tirafondi è un fatto imprevedibile e comunque non ha inficiato sulla resistenza delle barriere”. Così in aula stamane gli esperti chiamati da società autostrada a smontare la tesi dell’accusa. Dopo la pausa natalizia, riecco una nuova udienza del processo per la strage del bus. Ieri ultimo atto per le testimonianze proposte da Autostrade per l’Italia che nelle precedenti udienze aveva proiettato anche in aula un video che fornisce una ricostruzione diversa della dinamica dell’incidente rispetto a quella prospettata dai consulenti della Procura della Repubblica di Avellino. Secondo i periti di Autostrade a provocare il cedimento dei new jersey sarebbe stata l’elevata velocità del pullman che dopo la rottura della trasmissione si era trasformato in una scheggia impazzita e l’angolatura dell’impatto. Adesso anche una tesi diversa sulla corrosione degli elementi che servono ad ancorare le barriere alla carreggiata.