Tragedia Fosso Santa Lucia, perito analizza telefoni di Gimmelli e Zaccaria

L’Md collassa, mentre la cocaina rende violenti e i suoi effetti devastanti potrebbero essere quelli mostrati da Gianmarco Gimmelli nella tragica mattinata di giovedì. Prima di lanciarsi dalla finestra della sua abitazione e dopo aver ucciso con dieci coltellate Claudio Zaccaria.

 

LE DROGHE:

L’Md, droga micidiale, sarebbe una pillola che va sciolta in una bottiglietta d’acqua. Gli effetti che ne conseguono sono: allucinazioni e senso di benessere alternato ad un forte squilibrio emotivo e assenza di freni inibitori. Il suo costo è tra i 30 e gli 80 euro a pillola.

La cocaina porta ad un’accelerazione delle attività motorie e psichiche. Costa tra i 70 e i 100 euro al grammo.

Ma in città, sarebbe molto diffuso anche il Crack. Aspirato in una pipetta, viene consumato come una sigaretta portando una forma di benessere corporeo, ma anche stordimento. È fortemente diffuso dati i bassi costi.

 

IL MOVENTE:

Probabilmente, il movente potrebbe essere un debito tra i due amici che li avrebbe allontanati e sarebbe stato all’origine del violento alterco.
Utile a fare luce sulla tragedia, la versione di Ylenia, la fidanzatina di Claudio, l’unica ad aver avuto accesso alla casa del Gimmelli dove ha rimediato una coltellata alla gola.

La ragazza, però, è ancora in forte stato di choc. Solo settimane di terapia psicologica consentiranno alla giovane di tracciare un quadro obiettivo di quanto ha visto.

 

I TELEFONI:

Un perito analizzerà i telefoni e i computer di Gianmarco Gimmelli e di Claudio Zaccaria.

La Procura della Repubblica di Avellino ha nominato il consulente tecnico d’ufficio per studiare i dispositivi dei due giovani.

Dall’esame delle apparecchiature si potrebbero ottenere preziose informazioni sull’orario dell’incontro e sugli spostamenti dei ragazzi nelle ore immediatamente precedenti al grave fatto di sangue.

Si cercano messaggi sms, whatsapp, email, e non solo.

Non si esclude che le telecamere a circuito chiuso della zona forniscano altri elementi utili all’indagine.