Denunciato per possesso illegale di armi: assolto 70enne atripaldese

Nell’aprile dello scorso anno, a seguito di un controllo, i carabinieri in forza alla stazione di Serino avevano rinvenuto nell’abitazione di un 70enne di Atripalda due fucili, una pistola e oltre 200 munizioni, il tutto detenuto illegalmente.

Nello specifico si trattava di una Beretta calibro 6.35, nascosta in un cassetto, un fucile con canna sovrapposta calibro 20 ed un fucile Beretta monocanna calibro 24, occultati nella parte superiore di una libreria. Dopo il rinvenimento del piccolo arsenale, i carabinieri avevano denunciato il 70enne, residente nella cittadina del Sabato, per detenzioni illegale di armi di cui all’art. 10 e 14 della legge 497/74.

A seguito del rinvio a giudizio, operato dal Gup di Avellino lo scorso marzo, il 70enne atripaldese era stato tratto a giudizio per la detenzione illegale delle armi innanzi al Tribunale Monocratico di Avellino, in persona del dr. Galeota.

Stamane, a seguito dell’istruttoria dibattimentale, il 70enne, difeso dall’avvocato Mauro Alvino, è stato assolto da tutti i reati contestati.
La difesa del 70enne, infatti, è riuscita a dimostrare la totale estraneità ai fatti, pertanto il Tribunale non ha potuto fare altro che mandare assolto il 70enne.