Imprenditore irpino fermato dalla Polizia per l’omicidio del suo socio

Un cinquantenne irpino, Pietro Ragazzo, da tempo residente a Modena, con piccoli precedenti per reati contro il patrimonio, è stato fermato su disposizione del sostitito procuratore della Repubblica Marco Niccolini dalla squadra mobile della polizia di Modena. (LEGGI QUI)

L’uomo è indiziato dell’omicidio di Raffaele Cavaliere, 67enne di Caserta, sempre residente a Modena, ucciso con numerose coltellate, soprattutto al collo, rinvenuto cadavere nella sua Alfa 156 tra via Emilia Est e via Mavora.

Pietro Ragazzo è socio della vittima con cui gestiva una società nel settore dell’edilizia. Il presunto omicida avrebbe ucciso Cavaliere colpendolo più volte con un cutter, poi, pare, si sarebbe fatto venire a prendere non lontano dal luogo del delitto, da una persona già identificata e sentita dagli inquirenti. Il movente sembra economico. Cavaliere avrebbe prospettato di sciogliere la srl e sarebbe stata questa notizia la molla scatenante.

Notizie correlate