La solita truffa: playstation a prezzo di affare ma era un “pacco”

Non bastano i tantissimi esempi di truffa online, eppure sono tanti i “polli” a cadere nella rete dei truffatori che offrono oggetti a prezzi stracciati, rifilando poi il “pacco” all’acquirente che perde i soldi, l’oggetto e anche la faccia. Perchè non sempre si riesce a identificare l’autore della truffa e quindi il soggetto che ha pagato i soldi senza ricevere niente, oppure ha ricevuto qualcosa di diverso, si rassegna e la storia finisce lì.

Avviene, però, che spesso le forze dell’ordine riescano a venire a capo delle varie situazioni.

I Carabinieri della Stazione di Volturara Irpina hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un ventenne della provincia di Reggio Calabria, ritenuto responsabile di truffa.

A cadere nella sua trappola, un giovane del posto che, in cerca di un buon affare, veniva attratto dal prezzo oltremodo conveniente di una nota console per videogiochi in vendita su un noto sito di annunci on-line.
Ignaro del raggiro in cui sarebbe incappato, effettuava il pagamento mediante il versamento di 135 euro su carta prepagata. Ma, ricevuta la somma pattuita, il fittizio venditore ometteva la consegna della console e si rendeva irreperibile.

Attraverso una serie di accertamenti i militari dell’Arma sono riusciti ad identificare il malfattore per il quale, alla luce delle evidenze emerse, è scattata la denuncia in stato di libertà.