Muore davanti alla Caserma dei Carabinieri: gran caldo, infarto fulminante

Ha accusato un malore, dovuto probabilmente an grande caldo, mentre  stava svolgendo lavori di manutenzione, con il decespugliatore, nel terreno dinanzi alla sua proprietà, situato alla periferia di San Martino Valle Caudina.

Un uomo di 57 anni, probabilmente per il grande calcio, ha accusato un improvviso malore e in suo soccorso sono prontamente intervenuti i familiari impossibilitati, però, ad allertare i sanitari poichè in quella zona del paese non vi è copertura telefonica per i cellulari.

Non si sono persi d’animo: hanno caricato l’uomo sull’auto e si sono subito diretti verso la Caserma dei carabinieri della stazione di San Martino Valle Caudina per chiedere aiuto.

E’ stata chiamata una ambulanza e in attesa dell’arrivo dei soccorsi medici, i carabinieri della stazione diretta dal maresciallo Franco Rianna, hanno praticato al 57enne un massaggio cardiaco.

Non c’è stato nulla da fare, l’uomo è morto probabilmente per un infarto fulminante.Quando sono giunti sul posto, i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Una tragedia che ha scosso l’intera comunità di San Martino Valle Caudina dove si sono vissuti momenti di angoscia per la sorte di quella persona.