Paura al concerto di Luca Carboni a San Potito: spray urticante come a Corinaldo

Una decina di ragazzi colpiti da malore, prima dell’esibizione di Luca Carboni, subito assistiti da presidio medico della Protezione Civile organizzato sul posto.

Qualche imbecille ha spruzzato uno spray urticante fra il pubblico di San Potito Ultra, per creare disordini e probabilmente derubare i presenti.

La terribile modalità utilizzata è la stessa andata in scena al concerto di Sfera Ebbasta a Corinaldo, dove  purtroppo incontrarono la morte ben sei persone per il tragico fuggi fuggi verificatosi a seguito del folle gesto.

Urla e paura al concerto

Secondo le prime ricostruzioni, poco prima del concerto del cantautore emiliano, si sono udite urla da parte di un gruppo di persone che hanno allertato le forze dell’ordine.

Si è subito parlato di spray urticante o al peperoncino, le cui tracce sono state pure rinvenute sull’asfalto, nei pressi del palco dell’artista emiliano.

Le indagini dei Carabinieri

Oltre al personale della Protezione Civile, sono intervenuti i Carabinieri in servizio per la manifestazione che hanno provveduto ad ascoltare alcuni testimoni per tentare di risalire agli autori del gravissimo gesto.

Il concerto è stato regolarmente svolto da Luca Carboni con il suo “Sputnik tour” protrattosi fino a tarda ora, tra l’entusiasmo dei presenti.

Le indagini proseguono, da parte delle forze dell’ordine, per identificare i teppisti che hanno rischiato di provocare gravi incidenti. All’esame dei Carabinieri le immagini registrate da alcune telecamere.

 

Ultimi Articoli