Quadrelle, “topo d’appartamento” in manette

Quadrelle, in manette “topo d’appartamento”.

I carabinieri hanno fatto scattare le manette ai polsi di un ventenne ritenuto responsabile di furto in abitazione. I fatti si sono verificati nella tarda serata di ieri.

Sfortunatamente per lui, l’azione delittuosa è stata notata da una persona che non ha esitato ad allertare il “112”.

Ricevuta la segnalazione, i militari in servizio alla Centrale Operativa hanno subito disposto l’invio di una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, già impegnata in quell’area nell’ambito di un normale servizio di perlustrazione.

L’equipaggio della “Gazzella” ha bloccato il ragazzo mentre tentava di mettere in atto un maldestro tentativo di fuga. Durante la perquisizione lo hanno trovato in possesso di alcuni oggetti appena rubati nonché di una modica quantità di sostanza stupefacente.

Gli immediati accertamenti hanno permesso di appurare che il ventenne, approfittando dell’assenza della proprietaria dell’immobile, dopo aver scardinato con un grosso tondino di ferro la grata e rotto il vetro della finestra, si era introdotto nell’abitazione prelevando un condizionatore e vari oggetti, rinvenuti in prossimità dell’infisso, pronti per essere asportati.

Il ventenne è stato tratto in arresto e, successivamente alle formalità di rito, sottoposto ai domiciliari.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto.

Notizie correlate