Aveva rapporti con il clan, sequestro di terreni anche in provincia di Avellino

Ci sono anche terreni in provincia di Avellino tra i 92 beni immobili sequestrati oggi dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna (Napoli) ad un imprenditore accusato di essere vicino alla camorra. Si tratta di Tommaso Filosa che secono i militari dell’Arma aveva rapporti economici con elementi di vertice di tre clan dell’area vesuviana, i Fabbrocino, i Sarno e gli Arlistico-Terracciano Gli sono stati sequestrati beni per 165 milioni di euro: in particolare otto società tra Napoli e provincia, attive nei settori immobiliare, finanziario, sportivo e turistico-alberghiero; 35 rapporti bancari e finanziari; 92 immobili (tra i quali figurano ville e appartamenti di lusso, due centri sportivi e un hotel); numerosi veicoli, tra cui auto di lusso come una Ferrari.

Notizie correlate