Senza patente all’alt dei Carabinieri dice di essere suo fratello: smascherato da Facebook

Fermato dai Carabinieri della Stazione di Cervinara, dichiara con insistenza false generalità. Per questo un trentenne è stato così denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, ritenuto responsabile dei reati di False attestazioni a pubblico ufficiale sulla identità personale e Guida senza patente perché mai conseguita.

I fatti sono avvenuti a Cervinara: i militari, nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale tesi a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno intimato l’“Alt” all’utilitaria guidata dal giovane. Questi, alla specifica richiesta, dichiarava di aver dimenticato a casa la patente di guida e forniva ai Carabinieri le generalità del fratello, di qualche anno più giovane di lui, credendo di potersela cavare con una semplice contravvenzione, ma così non è stato.

Il giovane s’è tradito al momento di sottoscrivere il verbale. L’intuito di uno dei carabinieri ha consentito di compiere una comparazione con l’immagine del soggetto in questione, pubblicata sul profilo di Facebook, scoprendo che la fisionomia era diversa. Successivi accertamenti sono stati esperiti in Caserma confermando che le informazioni ricevute dal soggetto erano false.

Il responso dell’interrogazione alla Banca Dati Forze di Polizia confermava che il giovane era già stato contravvenzionato in provincia di Napoli per guida senza patente.

Messo alle strette dinanzi alle evidenze raccolte, al trentenne non restava altra scelta che ammettere le proprie responsabilità e confessare di aver agito in quel modo al fine di evitare la denuncia per guida senza patente.

 

Notizie correlate