Festa del libro a Sant’Andrea di Conza: ospiti di rilievo per la settima edizione

Autori, storie, incontri, reading.

A Sant’Andrea di Conza inizia la settima edizione della Festa del Libro. Ospiti di rilievo o mercatini dei libri, la location è rappresentata dalle piazzette incastonate nel centro storico. Oggi, lunedì 19 agosto, si inizia con le letture di fiabe e favole per bambini alle 18, in Largo Abbruzzese. A seguire la Festa del libro e il teatro si incrociano sul palcoscenico dell’Episcopio per lo spettacolo di Moni Ovadia e Dario Vergassola: “Un ebreo, un ligure e l’ebraismo” alle ore 21.

Domani, martedì 20 agosto è in programma la seconda giornata. Alle ore 18, in Vico scolastico, l’architetto Mario Pagliaro presenta il “Festival di Paesaggio”, appuntamento del mese di settembre che quest’anno si terrà nel piccolo borgo altirpino. Nel pomeriggio ancora un appuntamento dedicato ai più piccoli nel centro storico a cura di Francesca Errico. Alle 19, in località Mulino La Fonte, incontro in ricordo del prof. Pasquale Bellisario e dibattito sui temi dell’architettura e del recupero. Intervengono il sindaco Pompeo D’Angola, il direttore del complesso dei Girolamini Vito De Nicola, l’architetto Nora Sciré della Soprintendenza, ed esponenti del mondo politico. In serata il concerto per pianoforte del Maestro Luigi Bellino.

Mercoledì il terzo appuntamento. In Largo Limongelli avverrà la presentazione del libro “Cercate l’antica madre”, incontro con gli autori Miriam Crongiu e Vincenzo Tosti con la partecipazione di Vincenzo Forino del movimento Stop Biocidio (ore 18). A seguire ci si sposta ai Giardini dell’Episcopio, dove Vincenzo Strino presenta il progetto “Un libro per un Teatro”, a cura di Larsec-Secondigliano. Sempre ai Giardini (ore 20) la presentazione del libro “Il danzatore inetto”: incontro con lo scrittore Silvio Mignano (Ambasciatore d’Italia in Svizzera). Coordina Erberto Petoia. Alle ore 21.30 il Teatro diventa palco di musica con il concerto di James Senese Napoli Centrale.

Giovedì 22 agosto, il reading teatrale dell’associazione Io voglio restare in Irpinia (ore 18). Alle 20 nei giardini dell’Episcopio incontro con lo scrittore Carmine Abate con la presentazione del libro “Le rughe del sorriso”. Coordina il prof. Petoia. In Largo della Chiesa Madre l’intermezzo musicale del Maestro Bellino e alle ore 22, Largo Abbruzzese, “Canzoni e musica di Fabrizio De André” con Michele Ascolese e Daniela Colace.

Sabato 24 agosto l’epilogo alle ore 18. Ai Giardini dell’Episcopio la presentazione del volume “La guerra per il Mezzogiorno”. Incontro con lo scrittore Carmine Pinto.

Durante la manifestazione l’associazione Io voglio restare in Irpinia organizza anche una residenza artistica per Yele Maria, che realizzerà un primo murale sul tema delle migrazioni in un paese aperto all’accoglienza dei migranti.