Concia, interpellanza contro la soppressione della Ssip

Concia, interpellanza contro la soppressione della Ssip

La soppressione della stazione sperimentale pelli e cuoio di Napoli diventa un caso politico. Antonio Caputo, primo cittadino di Aiello del sabato e consigliere provinciale, ha presentato una interpellanza al presidente della provincia di Avellino il senatore Cosimo Sibilia. La soppressione della Ssip, prevista nella manovra del Governo per la razionalizzazione della spesa, danneggia il polo conciario solofrano e le sue aziende perché le priva di un punto di riferimento sul fronte della ricerca e dell’innovazione ma anche e soprattutto perché Solofra aveva ottenuto l’istituzione di una sede distaccata della stazione sperimentale sul territorio comunale. La sede avrebbe dovuto occupare, per quanto riguarda i laboratori, i locali dell’Isiss “Gregorio Ronca” e per quanto attiene gli uffici amministrativi l’ex convento di santa Chiara in via Regina Margherita. L’interessamento del presidente Cosimo Sibilia va nella direzione ulteriore di arrivare ad una interpellanza senatoriale per bloccare la soppressione di un ente che risale alla fine dell’ottocento e che fino ad ora si è mantenuto, in maniera quasi esclusiva con gli stanziamenti degli imprenditori conciari.

Notizie correlate