Emergenza cinipide, pacchetto di aiuto per i castanicoltori

Emergenza cinipide, pacchetto di aiuto per i castanicoltori

Le amministrazioni comunali del comprensorio serinese-solofrano-montorese al fianco dei castanicoltori. Gli amministratori locali hanno immaginato iniziative di sostegno ai produttori castanicoli che dal prossimo anno potrebbero ritrovarsi senza reddito. Per cercare di gestire questi anni di emergenza, i Comuni immaginano la definizione di una serie di intese tra comuni, produttori, e commissariato per la promozione degli allevamenti dell’antagonista del cinpide galligeno. L’insetto capace di contrastare il cinipide, dovrebbe essere allevato nei prossimi quattro anni nei castagneti campani. In questi quattro anni i castanicoltori dovrebbero assumersi l’onere di proseguire nell’azione di cura delle montagne, una azione preziosa non solo dal punto di vista economico ma anche ambientale. Al sacrificio dei produttori dovrebbe corrispondere un adeguato sostegno da parte delle istituzioni. Nelle prossime settimane i consigli comunali delle singole amministrazioni saranno chiamate ad approvate un documento simile a quello definito a Montoro Superiore.

Notizie correlate