Export, Irpinia regina della Campania

La migliore performance in regione – quasi tre volte Salerno e Napoli, almeno quattro volte Benevento – tra le poche province del Mezzogiorno d’Italia dove si viaggia su due cifre. L’export si conferma sempre di più il fiore all’occhiello dell’economica provinciale. In termini di crescita, l’Irpinia è di certo la regina della Campania. Secondo l’Istat la provincia di Avellino nel 2017 ha fatto registrare un incremento delle vendite all’estero dell’11,5%. Nel complesso, il volume d’affari dell’esportazioni irpine tocca quota un miliardo di euro. Per metà incide la metalmeccanica, ma subito dopo troviamo l’agroalimentare (28%) e il sistema moda (11,5%). E’ la Tunisia – secondo il sistema informativo “Ulisse”, sviluppato dalla società di ricerca StudiaBo, la nazione con la quale l’Irpinia intrattiene più rapporti commerciali per un controvalore complessivo di 170 milioni di euro, pari al 17% del volume complessivo. Seguono la Germania con 90 milioni e la Francia con 81 milioni. Sul piano della crescita – come detto – le altre province campane si piazzano parecchio più indietro rispetto alla provincia di Avellino. Più 4% per Salerno, Napoli ha fatto registra un +3,9%. Segno positivo anche per Benevento (2,4%). In territorio negativo, infine, Caserta (meno 2,3%).

Notizie correlate