Fca, appello a De Luca: “Bene i fondi, ma esiga risposte da Marchionne”

“Fondi a Fca se investe in Campania”. L’annuncio di De Luca surriscalda il clima all’interno dello stabilimento irpino, ma tra gli operai resta grande la preoccupazione. Da domani volontinaggio della Fiom davanti ai cancelli. “Bene De Luca, ora però all’annuncio faccia seguire con immediatezza atti concreti, il vero problema resta Marchionne. Termoli e Foggia vanno a gonfie vele, la produzione di motori idribi viaggia, nei due stabilimenti si ricorre anche allo straordinario. A Pratola Serra tutto fermo. Di rinconversione ancora non si parla”. Così Giuseppe Morsa, operaio della Fca, delegato Fiom, che si fa portavoce della crescente preoccupazione che serpeggia in fabbrica tra gli addetti. “La presa di posizione di De Luca ne è la riprova” – afferma ancora Morsa. Come detto, domani parte il volantinaggio: l’iniziativa durante il cambio di turno dalle 13 alle 15. Si andra avanti fino a venerdì. “La messa al bando dei motori diesel, scatterà dal 2022 – aggiunge Morsa – lavorativamente parlando è da considerarsi dietro l’angolo. Adesso più che mai il presidente della regione si faccia carico di concovare i vertici aziendali. Si vada al di là degli annunci e si ponga fine alla pesante incertezza che incombe su Pratola Serra. Servono risposte in tempi certi”.

Notizie correlate