Fma, Ugl chiede istituzione del tavolo Governo-Regione-Fiat

Fma, Ugl chiede istituzione del tavolo Governo-Regione-Fiat

“Anche oggi l’assessore Solimine e l’Ente Provincia hanno dimostrato l’attenzione sulla vertenza Fma accogliendo tempestivamente la richiesta delle Organizzazioni Sindacali di esaminare la questione inerente lo stabilimento di Pratola Serra”. Esordisce così il segretario provinciale dell’Ugl-Metalmeccanici, Giovanni Cicchella, a conclusione del vertice presso l’Assessorato Provinciale al Lavoro in Contrada Baccanico. Al tavolo presenti Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uilm-Uil, Ugl-Metalmeccanici e Fismic-Confsal con i rispettivi segretari di categoria e le Rsu. “All’ordine del giorno la richiesta di convocare un Tavolo Istituzionale con il Governo e la Regione Campania al fine di discutere delle problematiche inerenti a Fiat e alle attività produttive della Fma che, attualmente, sono legate alla ripresa del mercato dell’automotive così come dichiarato dall’Amministratore Delegato Sergio Marchionne. Il Sindacato infatti ha chiesto che si faccia chiarezza sulla ripresa del mercato e quindi sulle ricadute per lo stabilimento di Pratola Serra. Inoltre le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto all’assessore Solimine – continua Giovanni Cicchella, segretario provinciale dell’Ugl-Metalmeccanici – chiarimenti in merito ai corsi di formazione regionale previsti per i lavoratori in Cassa Integrazione con la stesura di un programma che trovi accordo Fiat, Regione Campania e Organizzazioni Sindacali in vista della ripresa produttiva”. L’incontro di stamane è servito anche per parlare della vertenza Iris Bus. “Abbiamo chiesto di portare allo stesso Tavolo Istituzionale con Ministero e Regione anche la questione inerente lo stabilimento di Flumeri dove è a rischio l’attività produttiva con l’avvio al pensionamento di ben 250 unità lavorative. La Iris Bus è stata, fino ad oggi, il fiore all’occhiello nella produzione di autobus ed è per questo che chiediamo nuovi investimenti e nuove commesse per rilanciare il sito di Flumeri salvaguardando lo sviluppo ed il livello occupazionale”. L’incontro dunque si è concluso con la presa d’atto da parte dell’assessore Solimine che si è impegnato in prima persona, come ha sempre fatto, a richieste con tempestività la convocazione del Tavolo Istituzionale portando così all’attenzione del Governo Nazionale e Centrale la vertenza Irpinia.

Notizie correlate