Freno delle banche alle imprese irpine

Freno delle banche alle imprese irpine
La denuncia viene dal presidente de Camera di Commercio di Avellino Costantino Capone, il quale in occasione della presentazione dei dati della “Giornata dell’economia”, tenutasi venerdì scorso ha affermato che il sistema bancario dovrebbe stimolare in modo propulsivo l’imprenditoria locale che rich…

Freno delle banche alle imprese irpine

La denuncia viene dal presidente de Camera di Commercio di Avellino Costantino Capone, il quale in occasione della presentazione dei dati della “Giornata dell’economia”, tenutasi venerdì scorso ha affermato che il sistema bancario dovrebbe stimolare in modo propulsivo l’imprenditoria locale che richiede prestiti in investimenti per l’innovazione tecnologica. Mentre invece prevale un atteggiamento di prudenza da parte delle banche. I dati parlano chiaro, a fronte di una parità sostanziale di depositi bancari, si registra un calo del 14,5 % dei finanziamenti alle imprese. Tutto ciò è estremamente preoccupante in quanto in un solo anno le imprese si sono viste crollare l’export del 18 %. La tendenza di sviluppo si attesta sostanzialmente sui livelli di crescita del 2007, a guidare la lieve crescita sono i settori delle costruzioni, degli alberghi e della ristorazione, buono l’andamento dell’informatica, attività immobiliari e del noleggio, in negativo l’agricoltura, l’industria manifatturiera e l’artigianato. Nel rapporto del presidente della Camera del Comercio si evidenzia, inoltre, anche la carenza di infrastrutture che è decisamente inferiore alla media nazionale, anche se con le dovute differenze tra quelle economiche e quelle sociali e culturali.

Notizie correlate