Giornata dell’Economia, Confindustria Avellino rinnova l’impegno

Giornata dell’Economia, Confindustria Avellino rinnova l’impegno

La partecipazione alla Giornata dell’Economia dei consiglieri camerali, designati da Confindustria Avellino e nominati con decreto del Presidente della Regione, è motivata e convinta. Si vuole attivamente concorrere a rendere sempre più realizzabile l’interesse pubblico di curare lo sviluppo delle imprese nell’ambito delle economie locali. E’ una funzione alla quale giammai si potrà declinare nel corso del mandato. A che livello questa funzione possa essere svolta è una questione che non dipende solo da Confindustria Avellino. L’attesa per la Giornata dell’Economia di quest’anno è stata rivolta:
a conoscere i dati utilissimi forniti da Unioncamere per approfondire la conoscenza dei fenomeni ed orientare in modo più specifico l’ impegno e la responsabilità;
a raccogliere indicazione su come la CCIAA di Avellino intenda operare per i prossimi cinque anni e che azioni correttive agli andamenti negativi economici evidenziati proprio da Unioncamere vuole porre in essere nell’ambito della propria funzione.
Tutto ciò soprattutto dopo che la recente elezione del Presidente della CCIAA di Avellino, a nostra conoscenza, non è stata ancora accompagnata da una esplicitazione almeno di orientamenti programmatici. La Giornata dell’Economia costituiva l’occasione pubblica propizia. Dobbiamo registrare però che la comunità provinciale non è stata ancora informata degli indirizzi futuri della CCIAA di Avellino, quindi le attese di Confindustria Avellino sono andate deluse. Eppure di recente (Febbraio 2010) la legislazione nazionale ha reso più specifico il compito delle CCIAA, rafforzando un quadro normativo introdotto dalla riforma del 1993, aprendo alla maggiore e più specifica definizione della reale rappresentanza, ampliando le azioni che nella volontà del legislatore, sono ispirate al principio della sussidiarietà. Invece, la manifestazione della Giornata dell’ Economia della CCIAA di Avellino, si è limitata alla mera enunciazione di analisi che non danno luogo ad una prospettiva, né ad un progetto. Di fronte a questa situazione Confindustria Avellino rinnova l’impegno dei propri Consiglieri camerali
a rendere più forte il ruolo della CCIAA di Avellino;
a tenerne alta l’attenzione affinché la CCIAA di Avellino possa essere più determinata nella sua azione per lo sviluppo delle imprese e dell’economia provinciale e corrispondere al sacrosanto principio della reale rappresentanza dei settori e di partecipazione attiva ed ampia alle linee programmatiche da parte di tutti i Consiglieri camerali.
Non si può sempre e comunque chiedere agli altri ( Enti locali e politica). Bisogna sapersi assumere anche le proprie responsabilità di espressioni della società produttiva, in special modo quando si è chiamati a concorrere alla realizzazione di un interesse pubblico.

Notizie correlate