“Lavoro nero? Approccio etico alla produzione”

“Lavoro nero? Approccio etico alla produzione”
Lavoro nero e sicurezza, sono queste le priorità per le organizzazioni sindacali che operano del distretto conciario di Solofra. “Personalmente, spiega Franco Fiordellisi della Filcem Cgil, ritengo che sia necessario che si accendano i fari su tutta la filiera produttiva. Bisogna evitare la guerra d…

“Lavoro nero? Approccio etico alla produzione”

Lavoro nero e sicurezza, sono queste le priorità per le organizzazioni sindacali che operano del distretto conciario di Solofra. “Personalmente, spiega Franco Fiordellisi della Filcem Cgil, ritengo che sia necessario che si accendano i fari su tutta la filiera produttiva. Bisogna evitare la guerra dei prezzi che finisce con il mortificare le professionalità dei lavoratori, come primo passo. In secondo luogo tutti gli anelli della catena produttiva devono fare la loro parte ed assumersi le proprie responsabilità in termini di costi, di salvaguardia ambientale, di sicurezza dei lavoratori. Non è immaginabile delegare ad altri le proprie responsabilità barricandosi dietro il criterio dell’esternalizzazione dell’attività produttiva”. Giovanni Esposito della Femca Cisl dal canto suo “i carabinieri bene stanno facendo ad attivare una capillare attività di controllo del territorio. In momenti di crisi come quello che stiamo vivendo è la legalità a pagare il prezzo più alto. Ben vengano i controlli dei carabinieri ma non dimentichiamoci che ci sono anche altri organi che sono deputati al controllo. Facciano anche loro la loro parte”. Ed in termini di politica industriale: “gli imprenditori facciano squadra e colgano le opportunità di crescita e di aggregazione per meglio aggredire il mercato”.

Notizie correlate