Calcio: verso gli ottavi di Champions League e i sedicesimi di Europa League

La stagione calcistica 2018-2019 ha ripreso il suo naturale passo, grazie alle competizioni delle coppe nazionali come la FA Cup inglese, la Coppa del Re in Spagna e la Coppa Italia, così come i principali campionati che si erano fermati per via della sosta invernale, tra questi bisogna ricordare soprattutto la Bundesliga tedesca e la serie A italiana.

Con le coppe nazionali, che vedranno ancora protagoniste le principali squadre europee, ci avviciniamo agli ottavi di finale di Champions League e ai sedicesimi di
Europa League.

Tra le gare principali in cartellone bisogna sicuramente annotare almeno tre gare, che hanno il sapore di una finale anticipata: Manchester United-PSG, Liverpool-Bayern Monaco e soprattutto Atletico Madrid-Juventus.

Fatta esclusione per il PSG, che non è mai arrivata oltre le semifinali di Champions League, tutte le altre formazioni hanno disputato più di una finale negli ultimi 10 anni, anche se solo il Bayern Monaco è riuscito a conquistare un titolo, nel derby nazionale contro il Borussia Dortmund, nel 2013.

Tuttavia la grande esperienza in campo internazionale delle pretendenti al titolo di campione d’Europa la dice lunga su quanto la competizione sia diventata sempre più ambita e competitiva.

Liverpool, PSG e soprattutto Juventus, sembrano, almeno sulla carta, pronte per arrivare in finale e giocarsela alla pari con le solite Real Madrid, Barcellona e Bayern Monaco, ma potrebbe esserci una outsider in questo gruppo, come è già accaduto nelle passate edizioni di Champions League.

Secondo le recenti statistiche gli appassionati di sport sono sempre più orientati verso i campionati esteri in particolare competizioni come Champions ed Europa League, dove per chi fosse interessato ricevere più informazioni su scommesse e quote calcio basta accedere a quei siti specializzati in eventi live per le maggiori competizioni di questa stagione 2018-2019.

Passando invece all’Europa League, si va verso i sedicesimi di finale, con un tabellone che si anima grazie alle squadre arrivate terze nei rispettivi gironi di Champions e che ora dovranno competere per questo differente torneo, da lungo tempo dominato dai club spagnoli.

Negli ultimi 10 anni Siviglia e Atletico Madrid, hanno vinto rispettivamente 3 finali di Europa League a testa, a cui bisogna poi aggiungere il successo recente del Manchester United, quello del Chelsea, che risale al 2013 e che quest’anno potrebbe nuovamente vincere, essendo in lizza per i sedicesimi di finale, fino ad arrivare alla vittoria del Porto nella finale del 18 maggio 2011, mentre dieci anni fa vinceva la squadra ucraina dello Šachtar.

Tornando però al presente, la gara più impegnativa sarà di certo la doppia sfida tra la Lazio di Simone Inzaghi e il Siviglia di Pablo Machin.

Sulla carta la squadra spagnola è sicuramente favorita, ma non bisogna dimenticare che la Lazio è ormai una veterana dell’Europa League, che già durante le
passate edizioni ha dimostrato il suo potenziale, specialmente grazie al reparto offensivo e a calciatori di qualità come Ciro Immobile e Milinkovic-Savic.

Un’altra gara di assoluto prestigio sarà quella tra i turchi del Galatasaray e i portoghesi del Benfica.

Da tenere d’occhio anche le prestazioni di Chelsea, Salisburgo, Arsenal e delle new entry rappresentate da Inter, Napoli e Valencia, che sono già pronte a riscattarsi dopo le prestazioni opache in Champions League.

Queste sono le premesse per un mese di febbraio all’insegna del miglior calcio internazionale in termini di Europa League e di Champions.