Linguaggio visivo e marketing

Attraverso gli organi sensoriale di cui sono dotati, gli esseri umani ricevono continuamente informazioni sulla realtà sia esterna che interna. La pelle, ad esempio, contiene diversi tipi di recettori sensibili al contatto, alla pressione, alla temperatura, al dolore e trasmette una grande quantità di informazioni sull’ambiente circostante. Alla percezione tattile, si sommano l’udito, l’olfatto, la vista e il gusto, i cosiddetti “cinque sensi“.

 La vista: opera d’arte dell’evoluzione

La vista permette di percepire, per mezzo degli occhi, gli stimoli luminosi e, quindi, la figura, il colore, le misure e la posizione degli oggetti. Fra i cinque sensi, quello della vista è il più importante poiché è su ciò che vediamo che si basano i nostri movimenti e le nostre azioni coscienti. Non a caso le parti del cervello dedicate alla vista sono molto più ampie di quelle dedicate agli altri sensi. La vista è indubbiamente considerata dagli esseri umani come uno dei sensi più preziosi, un autentico dono della natura.

 Linguaggio visivo

Nel corso della storia l’uomo per comunicare con i propri simili ha inventato ed utilizzato diversi linguaggi visivi. È ricorso a segni grafici e disegni per descrivere la realtà che lo circondava e per esprimere i propri sentimenti ed ha iniziato a compiere i primi ed esitanti passi per formare le prime società, servendosi del linguaggio visivo come principale mezzo, piuttosto che di quello parlato. Ancora oggi il linguaggio visivo riveste una grande importanza e non ha affatto perso il suo valore col passare del tempo, anzi, è più presente che mai. È quello di cui si servono le grandi imprese e società nelle loro campagne di marketing e pubblicità per attirare la nostra attenzione. Basta osservare, ad esempio, i manifesti pubblicitari che tappezzano le strade delle grandi città.

 Visual marketing o marketing

Per renderci conto dell’importanza della vista nel contesto “vendite”, basta riferirsi al termine “pubblicità”, normalmente utilizzato nella sua versione inglese “marketing”.

Il modo migliore per attirare l’attenzione di potenziali clienti in maniera del tutto naturale, è affiggere un bel cartellone pubblicitario, disporre di un’elegante “tessera di presentazione” con le informazioni necessarie per mettersi in contatto col professionista titolare, o esporre un poster decorativo sulla vetrina di un negozio contenente, magari, promozioni e offerte vantaggiose dei servizi destinati ai clienti. 

Perché questi elementi sono così importanti per il business? Perché rappresentano uno dei primi e fondamentali canali di comunicazione con l’ambiente esterno. Probabilmente questi mezzi, che si tratti di un cartellone pubblicitario o di una tessera di presentazione, sono quelli che definiranno in un primo momento il profilo di una data attività commerciale o di un’azienda.  

 Nuovi media, nuovi materiali

Certamente si possono ancora trovare in circolazione i materiali più tradizionali ed eleganti, come ad esempio il legno, che dà un tocco di classe alla nostra vetrina ed alla nostra attività, ma perché limitarsi a ciò che è già noto?

Oggi giorno possiamo servirci di sofisticate e sobrie stampe digitali su vetro acrilico, cartelloni in alluminio o in PVC praticamente indistruttibile, per non parlare di enormi striscioni rimovibili per i grandi eventi o persino adesivi per auto e stand di fiere, senza dubbio un ottimo modo per attirare l’attenzione sulla nostra attività. Inoltre, possiamo contare su validi professionisti che offriranno consigli sul design del nostro cartello o insegna pubblicitaria e sul materiale più consono da utilizzare.

Notizie correlate