Mondiali donne, Italia: l’Olanda nei quarti, le azzurre chiamate a scrivere la storia

Ci hanno fatto sognare, stanno sbaragliando ogni record, di tutti i tipi e non hanno alcuna intenzione di fermarsi. Sono le ragazze impegnate ai Mondiali di calcio femminili: quelli a cui non prendevano parte da vent’anni, quelli in cui non avevano mai raggiunto gli ottavi di finale nella loro storia: con oltre 7 milioni di spettatori incollati sulla Tv di Rai 1 per la storica sfida al brasile, che ha sancito non solo la nostra qualificazione alla fase finale, ma anche una prima posizione totalmente inattesa alla viglia.

Perché nessuno, forse nemmeno loro, avrebbero potuto immaginare tanto. Quando è stato sorteggiato il girone, quasi tutti credevamo che sarebbe stata una missione impossibile quella anche solo di pensare ad una qualificazione. Nel girone c’era il Brasile e l’Australia, soprattutto quest’ultima guidata da Kerr grande favorita per la vittoria finale. Fanalino di coda la Giamaica, che però diverrà in qualche modo decisiva per la classifica, grazie alla differenza reti.

La prima sfida è stata quella che ha fatto saltare in banco. Sotto di un gol, già aver agguantato il pareggio poteva essere un risultato straordinario per le azzurre: poi, il gol di Bonasera e l’uscita a vuoto del portiere australiano, a sancire all’ultimo secondo una storica vittoria delle azzurre. La giornata successiva ci avrebbe messo di fronte la Giamaica allenata dalla figlia di Bob Marley: tutta la pressione su di noi, tutto da perdere, per una vittoria che doveva essere scritta e si sa, quelle sono le più complicate.

E invece le azzurre, trascinate da una splendida tripletta di Girelli, fanno propria con 5 gol la vittoria e la qualificazione agli ottavi, per la prima volta nella storia dei Mondiali femminili. Restava l’ultimo nobile ostacolo: il Brasile di Marta, alla sua ultima partecipazione alla kermesse iridata. E sarà proprio lei a batterci, segnando su rigore il gol numero 17 nella sua storia ai Mondiali, ma per noi sarà indolore. La differenza reti ci sorride, dopo una buona prestazione offerta anche a cospetto dei verdeoro: si vola agli ottavi come primi del girone, creandoci così i migliori presupposti per un sorteggio non impossibile.

Superata anche la Cina: le ragazze orientali avevano disputato sin qui un gran Mondiale. Pareggio con la Spagna, vittoria col Sudafrica e sconfitta solo di misura con la Germania, grande favorita per la vittoria finale. Ciò nonostante, i favori del pronostico erano tutti a favore delle azzurre.

Italia data per favorita secondo le quote, con le azzurre di Milena Bertolini a 1.75. Un pari nell’arco dei 90 minuti era dato a 3.40 mentre il successo delle cinesi a 5.25. E ora il passaggio ai quarti, la sfida di sabato contro l’Olanda, una delle grandi potenze del calcio femminile. Un sogno che vale la pena continuare e vivere al massimo, senza ansie e paure: un Paese intero, finalmente, si è accordo di quanto il calcio sia uno sport per tutti.

Ultimi Articoli