Nel presepe dell’arciconfraternita un omaggio alla memoria di Massimo Lombardi

Un presepe per ricordare Massimo Lombardi, meccanico e maestro presepiale di Montoro morto prematuramente lo scorso mese di ottobre. Quest’anno il tradizionale presepe, allestito nella sede dell’Arciconfraternita Maria SS Addolorata alla frazione Torchiati, si arricchisce di un significato ulteriore: omaggiare un amico che, insieme con gli altri componenti dell’associazione ‘Amici del presepe’, ha negli anni apportato il proprio contributo per ricreare la magia della natività e tenere viva la tradizione del presepe a Montoro. Una statuina ritrae Massimo, in tenuta da meccanico, mentre regge in mano una natività ed accoglie i visitatori che in questi giorni visiteranno il presepe allestito nell’arciconfraternita.

Oltre cento i pastori distribuiti su una superficie di circa venticinque metri quadri. Una ricostruzione della natività che rende omaggio anche al territorio montorese. A fare da cornice alla scena della mangiatoia ci sono infatti scorci paesaggistici del comune con la riproduzione di facciate di palazzi storici della città di Montoro senza dimenticare un omaggio alla figura di San Michele Arcangelo il cui culto è forte sul territorio montorese. Alla realizzazione del presepe oltre ai componenti dell’associazione Amici del presepe hanno collaborato tanti giovani montoresi. Il presepe sarà visitabile per tutto il periodo natalizio.

Notizie correlate