Arturo Iannaccone: astenersi dal referendum

Arturo Iannaccone: astenersi dal referendum
‘Il Movimento per le Autonomie inviterà i suoi sostenitori ad astenersi dal voto o, nel caso degli elettori avellinesi chiamati alle urne per il secondo turno di ballottaggio, a non ritirare la scheda per il referendum sulla legge elettorale’. Lo dichiara Arturo Iannaccone, responsabile nazionale de…

Arturo Iannaccone: astenersi dal referendum

‘Il Movimento per le Autonomie inviterà i suoi sostenitori ad astenersi dal voto o, nel caso degli elettori avellinesi chiamati alle urne per il secondo turno di ballottaggio, a non ritirare la scheda per il referendum sulla legge elettorale’. Lo dichiara Arturo Iannaccone, responsabile nazionale del dipartimento Welfare e sanità del Mpa. ‘Se il referendum dovesse ottenere il quorum – spiega – e se vincessero i Sì, il Paese ne conseguirebbe un sistema elettorale di gran lunga peggiore di quello esistente. Si affermerebbe, infatti, un meccanismo grazie al quale un solo partito, già solo con il 30% dei consensi, potrebbe ottenere il 51% della rappresentanza parlamentare.’ ‘E’ evidente – aggiunge l’esponente del Mpa – che un meccanismo del genere porterebbe all’imposizione di un bipartitismo non corrispondente alla realtà politica e culturale del Paese. In particolare il Mezzogiorno sarebbe privato della rappresentanza di un partito come il Movimento per le Autonomie, unico realmente capace di rappresentare le istanze del territorio e di tutelare i suoi interessi.’ ‘D’altronde, – conclude – l’esito della consultazione elettorale europea ha già sancito la distanza degli italiani dal sistema che, attraverso il referendum, vuole essere introdotto nel Paese.’

Notizie correlate