Asi, Vittoria: dai sindaci scelta di convenienza

Asi, Vittoria: dai sindaci scelta di convenienza
E’ sempre più bufera nel PD dopo la vicenda dell’Asi con la messa fuori dal partito dei 4 sindaci che hanno appoggiato la linea del presidente Foglia, votando il bilancio. Tre di loro sono anche entrati nel consiglio di amministrazione dell’ente. Dura la presa di posizione del segretario provinciale…

Asi, Vittoria: dai sindaci scelta di convenienza

E’ sempre più bufera nel PD dopo la vicenda dell’Asi con la messa fuori dal partito dei 4 sindaci che hanno appoggiato la linea del presidente Foglia, votando il bilancio. Tre di loro sono anche entrati nel consiglio di amministrazione dell’ente. Dura la presa di posizione del segretario provinciale del partito, Franco Vittoria, che così spiega la linea assunta dal PD. “Sono stati loro a mettersi fuori dal partito e non noi a cacciarli – ha gatto – hanno scelto la convenienza rispetto alla politica. Il nostro è un partito dove le regole valgono ancora”. Nel mirino sono finiti Antonio Guarino, sindaco di Solofra, Carmine Troncone, primo cittadino di Montefredane, Giuseppe Sierchio di Calabritto e Antonio Iannaccone di Contrada. A Vittoria replica il primo cittadino di Solofra: “Non accettiamo ordini irrazionali” – dice Guarino. E il giorno dopo l’iniziativa di via Tagliamento nel città della concia, Guarino ha risposto mettendo fuori dalla giunta due esponenti simbolo a Solofra del PD: Clemente e Vignola.

Notizie correlate