Bassolino: “Sostenere il buongoverno del Pd”

Bassolino: “Sostenere il buongoverno del Pd”
Tappa solofrana per il governatore della Regione Campania Antonio Bassolino che nel pomeriggio ha raggiunto insieme con Alberta De Simone, Enzo De Luca, Rosetta D’Amelio, Luigi Gesù Romolo Anzalone, Gerardo Adiglietti, Andrea De Simone, il vicesindaco di Solofra Michele Vignola insieme ad una vasta …

Bassolino: “Sostenere il buongoverno del Pd”

Tappa solofrana per il governatore della Regione Campania Antonio Bassolino che nel pomeriggio ha raggiunto insieme con Alberta De Simone, Enzo De Luca, Rosetta D’Amelio, Luigi Gesù Romolo Anzalone, Gerardo Adiglietti, Andrea De Simone, il vicesindaco di Solofra Michele Vignola insieme ad una vasta delegazione di amministratori cittadini, il candidato del Pd alle Provinciali nel collegio Solofra-serino Alessandro Maffei, il centro sociale di via melito. Insieme con la responsabile della cooperativa sociale “L’Isola che c’è” Speranza Marangelo hanno visitato l’asilo nido interaziendale attivo presso il centro sociale e gestito proprio dalla cooperativa. Una struttura nata anni addietro con i finanziamenti regionali e che ha rappresentato una importante conquista per le donne lavoratrici del distretto. “Questo asilo nido rappresenta per me un momento di grande soddisfazione. E nei piani della Regione Campania c’è quello di destinare risorse sempre maggiori alle strutture dedicate all’infanzia al fine di programmare e realizzare sul territorio una capillare rete di asili nido”. A Bassolino vengono chiesti impegni precisi rispetto al territorio solofrano. Il prossimo undici giugno è in programma un incontro con il soggetto attuatore che gestisce l’impianto di depurazione di Solofra-Mercato san severino. La gestione commissariale punta ad un aumento delle tariffe, il tessuto imprenditoriale solofrano oppone il “niet”. A Bassolino si è chiesto di intervenire perché prevalga un momento di concertazione a tutela e difesa del tessuto produttivo solofrano che è già impegnato a fronteggiare la crisi economica che si registra a livello globale. Ed assicurazioni sono arrivate da Bassolino anche in merito alla fattibilità del progetto di ristrutturazione del centro sociale. Il presidente della Regione non si esime però dal ragionare rispetto alla campagna elettorale. “Dobbiamo stare attenti, spiega, a non cadere nella trappola di chi vorrebbe fare di queste elezioni un referendum su Berlusconi. Noi siamo chiamati a votare per altro, per scegliere il governo provinciale, per scegliere il governo della città di Avellino, per individuare i rappresentanti al Parlamento europeo. Questo non è il tempo di parlare di Berlusconi”. Si vota, secondo Bassolino, sulle persone. Su quanto Alberta de Simone è stata in grado di fare durante la sua permanenza alla guida della Provincia. Una permanenza interrottasi per colpe non sue. Rispetto al parlamento europeo poi netta è la linea suggerita da Bassolino: “dobbiamo essere in grado di eleggere una squadra di amministratori che si è formata sul campo, che conosce i problemi, che sa quello di cui si parla. Una squadra alla quale gli amministratori delle comunità locali possano facilmente raggiungere e con la quale possa agevolmente confrontarsi”. E mette in guardia dalla destra: “Noi ci troviamo di fronte ad una destra che tenta quotidianamente di rappresentarci una realtà edulcorata ma noi tutti sappiamo bene che la realtà dei fatti è ben altra e questo comincia a venire fuori nella società civile. E’ per questo che oggi siamo qui a chiedere un voto che sia in grado di lanciare un segnale politico chiaro forte: la crisi è grave e per farvi fronte è necessario che tutti si siedano insieme ad uno stesso tavolo. Sulla crisi è necessario intervenire in maniera concreta evitando di ricorrere unicamente ad una politica degli annunci”.

Notizie correlate