Cinque coordinatori “difendono” Del Masrro e Gnerre

Cinque coordinatori “difendono” Del Masrro e Gnerre

«A volte non intervenire in determinati contesti e scegliere di far maturare i tempi è indice di saggezza, ma quando poi si rasenta il ridicolo e l’ inaccettabile, mettendo in discussione anche l’evidenza delle cose, allora risulta doveroso esprimere il proprio parere, soprattutto se chi lo fa è portavoce di un elettorato». A parlare sono i coordinatori di Noi Sud Antonio Capriglione, Pasquale De Guglielmo,Graziella Petrillo, Mirella De Benedictis ed Amalia Fierro. I cinque rappresentati di Noi Sud, rispettivamente dei comuni di Montefusco, S.Paolina, Pietradefusi, Pratola Serra e Prata Principato Ultra, hanno ritenuto, dopo un lungo silenzio, che i tempi erano giusti per esprimere il loro parere in merito alla lotta intestina che vive in questi giorni il movimento dell’On. Iannaccone. «E’ inaccettabile – si afferma nella nota – quanto chiesto dai consiglieri provinciali di Noi Sud e dall’On. Iannaccone. Sollecitare le dimissioni degli assessori Carmine Gnerre e Giuseppe Del Mastro, i quali hanno dimostrato abbondantemente di essere all’altezza del loro incarico istituzionale, sia come gestori della cosa pubblica, sia come esponenti del movimento meridionalista, ci sembra una vera follia! Le accuse mosse nei loro riguardi risultano, a nostro modo di vedere infondate! Ad avvalorare il nostro punto di vista è, peraltro, la scelta del Presidente Sibilia che, confermando la loro presenza in giunta, ha dimostrato di avere piena fiducia nelle capacità degli assessori e soprattutto un grande senso di rispetto degli elettori, gli stessi elettori che hanno consentito ultimamente di eleggere un consigliere regionale, il quale intervenendo ad un incontro conviviale a Montefusco dopo la sua elezione, aveva assicurato che problemi per i due assessori provinciali del partito non esistevano. Lo stesso trattamento agli elettori del nostro collegio non è stato certamente preservato dall’On. Arturo Iannaccone che, non molto tempo fa, nella sezione di Montefusco, in presenza del Sottosegretario Scotti e di duecento testimoni, elogiò le doti del suo assessore provinciale al bilancio, dal quale, oggi però, pretende le dimissioni». «Allora – continua la nota – perché questa contraddizione e così tanta ostilità nei confronti di Guerre e Del Mastro? E’ forse questa solo una grande messa in scena nata per soddisfare desideri di potere e di poltrone di qualcuno? Ai due assessori va tutta la nostra piena solidarietà. Un ringraziamento al Presidente Cosimo Sibilia per aver dimostrato rispetto per le persone e all’On. Pionati per aver proposto un ritorno nel suo partito da noi abbandonato, a quanto pare, per un progetto morto ancor prima di nascere».

Notizie correlate