De Giuseppe (MPA), al collegio di Montefalcione

De Giuseppe (MPA), al collegio di Montefalcione
Tonia De Giuseppe, candidata al Consiglio Provinciale nel collegio di Montefalcione con il movimento che fa capo al parlamentare Arturo Iannaccone, dichiara: ’Conoscere la sofferenza e le difficoltà dei piccoli delle società vicine e lontane, superare l’ apparenza delle cose sono gli scopi della mi…

De Giuseppe (MPA), al collegio di Montefalcione

Tonia De Giuseppe, candidata al Consiglio Provinciale nel collegio di Montefalcione con il movimento che fa capo al parlamentare Arturo Iannaccone, dichiara: ’Conoscere la sofferenza e le difficoltà dei piccoli delle società vicine e lontane, superare l’ apparenza delle cose sono gli scopi della mia vita, ribadire tutto questo in un contesto istituzionale, qual è quello dell’Amministrazione Provinciale, è l’obiettivo che mi sono prefissa con la mia candidatura nelle liste del Mpa.’ Docente di scuola primaria, esperta formatrice di dinamiche relazionali interculturali, Tonia De Giuseppe è originaria di Parolise in cui, tra studio, casa e impegno parrocchiale, ha portato avanti la propria formazione umana e valoriale,improntata al rispetto delle alterità . ‘Solo attraverso la reale comprensione delle problematiche individuali, sociali e politiche, toccandole con mano con uno sguardo non invasivo ma coinvolto e coinvolgente, – sostiene la De Giuseppe – è realmente possibile giungere a comprendere la realtà degli apparenti equilibri locali, che, nel loro occultato disequilibrio, risultano bilanciate ad uno sguardo superficiale e poco coinvolto’ ‘Ringrazio l’ onorevole Arturo Iannaccone per l’attenzione dimostrata verso tutte le fasce sociali più deboli e per l’opportunità che mi ha dato di portare nel mondo della politica e delle istituzioni quanto sono riuscita a realizzare nelle singole relazioni e nel mondo della scuola e dell’ associazionismo’ ‘La realizzazione dei grandi sogni nasce solo e soltanto dalla costruzione di percorsi che rendano reali i piccoli sogni. Piccoli tasselli di umanità migliore – conclude De Giuseppe – che costituiscono il substrato impermeabile di un grande sogno di inclusione sociale”.

Notizie correlate