E’ scontro sulla legge elettorale regionale

E’ scontro sulla legge elettorale regionale
Il governo impugna la nuova legge regionale: sarebbe incostituzionale la norma che obbliga a dare la seconda preferenza ad un donna. La decisione ha però sollevato le proteste della maggioranza in consiglio regionale. “Atto assurdo – dice Angelo Giusto di Sinistra democratica – si vuol tornare indie…

E’ scontro sulla legge elettorale regionale

Il governo impugna la nuova legge regionale: sarebbe incostituzionale la norma che obbliga a dare la seconda preferenza ad un donna. La decisione ha però sollevato le proteste della maggioranza in consiglio regionale. “Atto assurdo – dice Angelo Giusto di Sinistra democratica – si vuol tornare indietro alla vecchia legge con il listino e dunque gli eletti sicuri e si vuol penalizzare le donne”. Secondo Giusto, il governo ha voluto forzare la mano proprio durante la campagna elettorale. “Non mi meraviglia questa decisione – ha aggiunto – perché arriva nello stesso giorno in cui il premier Berlusconi attacca il Parlamento e il ruolo delle assemblee elettive”. Cauto, invece, Franco D’Ercole, Pdl, capogruppo di opposizione. “All’atto della votazione della nuova legge – ha ricordato – avevo sollevato qualche dubbio. In ogni caso si tratterebbe di abrogare solo questa norma, l’impianto della nuova legge elettorale rimarrebbe immutato”.

Notizie correlate