Forgione: la Cgil non sia la stampella dei demitiani

Forgione: la Cgil non sia la stampella dei demitiani

Sulla querelle nata dalla concomitanza di due convegni che si tengono oggi, nella stessa fascia oraria, uno a Montefalcione targato Pd con il capo dell’opposizione al Consiglio Regionale on. Vincenzo De Luca, con la segretaria provinciale del Pd Caterina Lengua e con il senatore Enzo De Luca e l’altro a Paternopoli targato Associazione Territorio e Nuove generazioni del sindaco Luigi Famiglietti e Udc, con la presenza al convegno dell’assessore provinciale Giuseppe Solimine, interviene il segretario del Pd di Paternopoli Andrea Forgione. “I democratici di Paternopoli – afferma Forgione – prendono le distanze dalla manifestazione in programma a Paternopoli per oggi pomeriggio e come tutto il centrosinistra paternese non saremo presenti alla manifestazione. Saremo presenti invece, a Montefalcione dove c’è il nostro leader dell’opposizione al consiglio regionale, la nostra segretaria e tutto il partito. Ci dispiace sapere che anche pezzi della Cgil si sono fatti abbindolare dai demitiani trasformisti di Paternopoli e dai loro “maggiordomi” che strumentalizzano il convegno di Paternopoli per lanciare la candidatura a sindaco del loro uomo di punta. Peccato vedere la Cgil fare da stampella ai demitiani. Ai dirigenti Cgil diciamo che oggi è necessario, proprio perchè governa la destra di Berlusconi, che i passeri stiano con i passeri ed i merli stiano con i merli. Noi restiamo fedeli al centrosinistra, alla necessità di costruire una nuova casa comune per tutti gli uomini e le donne democratiche e progressiste di questo paese. Con chi sta con i vari Cosentino, Mastella, Gava e Pomicino, come il caso dei demitiani, non abbiamo nulla da spartire e niente da condividere”.

Notizie correlate