Giovani Democratici contro i Piani territoriali giovanili

Giovani Democratici contro i Piani territoriali giovanili

A seguire vi proponiamo il testo integrale della nota emanata dal direttivo provinciale dei Giovani Democratici:
“I Giovani Democratici della Provincia di Avellino, sempre in prima linea per la partecipazione attiva nella nostra provincia, consapevoli del fatto che un territorio può crescere soltanto se le nuove generazioni si organizzano, considerano i Piani Territoriali delle Politiche Giovanili della Regione Campania uno smacco al volontariato giovanile. I privati, a cui vengono esternalizzati i servizi informagiovani, nella maggior parte dei casi, soprattutto per l’ampia discrezionalità lasciata, gestiscono a proprio uso e consumo le politiche giovanili, badando nella maggior parte dei casi al semplice profitto. Questa nuova impostazione è doppiamente dannosa: perché si scaglia contro la parte più dinamica della società e perché innesca una sterile quanto inutile guerra tra poveri. In tanti casi poi i giovani attivi hanno subito attacchi personali per le battaglie che hanno portato avanti. Inoltre ci sono stati casi di amministratori locali meno informati, che hanno avallato questo sistema inefficace ed inefficiente. Per questa serie di motivi:

– Invitiamo tutti gli amministratori locali del Partito Democratico, gli aderenti, i coordinatori dei circoli e tutti i Giovani Democratici a far fronte comune contro questo sfacelo;
– Invitiamo la Regione Campania a tornare sui propri passi, riconoscendo gli errori commessi e dando maggiore fiducia e libertà ai giovani attivi;
– Invitiamo le associazioni, i gruppi non formali e i forum dei giovani a lottare strenuamente perché le cose cambino.

I Giovani Democratici della provincia di Avellino si impegnano a perorare la causa in tutti i tavoli, dibattiti, discussioni, attraverso tutte le forme e le modalità possibili, perché le politiche giovanili possano rappresentare per la nostra regione motivo di vanto e non di vergogna”.

Notizie correlate