Giunta, contro Caldoro i big campani del Pdl

Giunta, contro Caldoro i big campani del Pdl

Non c’è solo l’Irpinia a protestare per le scelte fatte da Caldoro nella composizione del nuovo esecutivo regionale. Dura la presa di posizione anche del ministro per le Pari Opportunità e neo consigliere regionale, Mara Carfagna e di due esponenti del Pdl sannita: il sottosegretario Pasquale Viespoli e la deputata Nunzia De Girolamo. In una nota congiunta, la Carfagna e la De Girolamo scrivono: “Dopo dieci anni di fallimentare amministrazione della sinistra e a seguito di una vittoria straordinaria, per la composizione della Giunta ci aspettavamo almeno il coinvolgimento degli eletti e dei coordinatori provinciali del partito, che hanno determinato la vittoria di Caldoro. Una Giunta senza condivisione è una Giunta senza consenso, non rappresentativa delle istanze del Popolo che ci chiedeva e tutt’ora ci chiede un vero cambiamento. Ci aspettavamo, vista la professionalitá e la serietà di Stefano, un rispetto delle pari opportunità in tutte le direzioni: donne, giovani, territori, categorie, Pdl e consenso”. Pasquale Viespoli, sottosegretario e componente dell’Ufficio di Presidenza nazionale del Pdl dice: “Più che alternativa sembra una Giunta consociativa. Più che la prima Giunta di centrodestra sembra una nuova Giunta di centrosinistra. Imbarazzante e paradossale. Certamente è la Giunta delle discriminazioni: di genere, di territorio, di partito”.

Notizie correlate