Noi Riformatori: siamo solidali con il consigliere Sorece

I Dirigenti e i sostenitori tutti del Coordinamento Provinciale di Avellino ”Noi Riformatori” Movimento politico appartenente al Popolo della Libertà, esprimono singolare solidarietà e l’insindacabile sostegno all’operato dell’Avv. Orazio Sorece, già nostro Coordinatore Regionale per la Campania. Le battaglie portate avanti dall’Avv. Sorece, a difesa della trasparenza, del rigore e di una oculata gestione dei soldi pubblici, in seno all’Amministrazione Comunale di Avellino, rappresentano la vera e sana attività politica alla quale tutti dovrebbe essere deputati, perché investiti da un onesto e fiducioso mandato da parte degli elettori. Oggi ns malgrado dobbiamo registrare che il Consigliere Sorece è l’unica voce seria di opposizione e che rappresenta con dignità il nostro partito del PDL al Comune di Avellino, in un momento dove gli altri sono distolti volutamente da altri futili e personali impegni. L’attuale momento politico che sta vivendo il PDL irpino e in modo particolare in Campania trincerato nei palazzi del potere e lontano dalle realtà locali , è la chiara conferma del basso livello di alcuni dei suoi massimi dirigenti. Risulta quindi un caso anomalo, agli occhi di quest’ultimi, chi svolge la propria attività politica al difuori dei palazzi, degli enti, quindi tra la gente, chi trascorre la maggior parte del proprio tempo ascoltando, incontrando faccia a faccia i cittadini per un aiuto o la risoluzione di un problema, confrontandosi con cadenza giornaliera con i vari riferimenti provinciali di Noi Riformatori presenti su tutto il territorio della Provincia di Avellino. Questo è Orazio Sorece, questo è il vero politico. La dimostrazione e la stima verso il suo operato è dimostrato anche dai quasi 600 irpini che hanno deciso di aderire al PDL consegnando la propria adesione direttamente nelle mani dell’Avvocato Sorece e dai oltre 1500 iscritti di Noi Riformatori solo in Irpinia. Farebbero bene alcuni dirigenti Irpini del PDL a guardarsi intorno prima di parlare e a prendere atto che esiste un solo problema, cioè la disattenzione dal territorio, l’inadeguatezza di chi doveva rappresentare la voce del rinnovamento, la mancata distanza da una politica fatta di clientelismo e servilismo. E’ ora di scendere tra la gente, incontrare l’ lrpinia dei Giovani, delle Donne, dei Disoccupati, delle Famiglie e non di rimanere nei palazzi ad occupare poltrone o presidenze di Enti. Quando nel PDL maturerà questo genere di politica allora si inizierà a rappresentare il vero cambiamento, allora si che si potrà sperare di aver generato una futura classe dirigente e ottenere il giusto consenso popolare. Inoltre, corre obbligo soffermarci, anche, sulle dichiarazione di chi ogni giorno e in ogni circostanza, senza rendersi conto che è sempre stato oggetto di non curanza, spuntando sempre veleno e per questo non ha mai meritato, giusta replica da parte dell’Avv. Sorece, continua imperterrito ha inviare comunicati stampa redatti a più mani. Volgiamo ricordare per futura memoria che in un comunicato stampa del 27 settembre 2011questo soggetto attaccava il Gruppo PDL di Avellino, denunciando con forza l’assenza del Partito PDL ad Avellino contestando l’operato del Gruppo. Ma allora nasce spontaneo pensare che redige comunicati stampa a secondo come cambia il tempo, o a secondo del proprio umore giornaliero? Comunque resta inteso che ai cittadini non crediamo che interessi tanto la residenza del Presidente della Commissione Bilancio, Patrimonio e Finanze, ma più che altro il suo modo di fare, tenuto conto che fino ad oggi è l’unico della paventata opposizione a denunciare significative distorsioni dell’attuale Amministrazione, che in alcuni casi nemmeno Galasso ne è conoscenza. Vuoi per il suo fermo carattere vuoi per il particolare ruolo che riveste come Presidente della più importante Commissione di vigilanza del Comune di Avellino. Vogliamo ricordare a chi non è ne legittimato ed è privo di alcun titolo per poter parlare, ma non aspetta occasione per presentarsi nelle dispute politiche a lui non consce, e poi finisce per diventare l’asino in mezzo ai suoni, che fino ad oggi l’unico che ha sottoscritto importanti denunce interessando la Magistratura contabile ed esponendosi in prima persona è stato solo il Consigliere Orazio Sorece. Ci rende difficile poter capire questa demenziale polemica di questo pseudo soggetto,che aspira forzatamente a rivestire un ruolo nella società politica avellinese, forse non consapevole che gli elettori avellinesi, sono molto attenti è sono sicuramente in grado di capire le qualità e l’aspetto delle persone. Va considerato che il Consigliere Sorece è stato il più votato e forse questo aspirante nemmeno se si ricandida per ben due volte riesce a sommare la quantità di preferenze assegnate a quest’ultimo, nella tornata elettorale del 2009. Il fatto che il Coordinatore Regionale per la Campania del ns Movimento vive a Roma, e quindi non disponeva nemmeno del suo voto personale, questo sicuramente gioca a maggior sfavore di chi continuamente si presenta ad ogni tornata elettorale, ma viene puntualmente bocciato dall’elettorato nonostante i continui sforzi profusi sui più disparati argomenti di basso rilievo. Quindi chi lo definisce “ospite” inserisca il cervello prima di parlare. Probabilmente i 430 elettori hanno concordato la preferenza al Consigliere Orazio Sorece, lanciando un significativo segnale di rinnovamento e di professionalità anche tra i rappresentanti del centrodestra. Il Coordinamento Provinciale di Avellino “Noi Riformatori” ribadisce nuovamente la solidarietà al Coordinatore Regionale Campania, e nel contempo complimentandosi per la sua significativa e incomparabile attività di trasparenza sin dall’inizio condotta con fermezza e coerenza politica. Anche se, ns malgrado, alcuni Dirigenti Provinciali del PDL di Avellino sono fortemente allergici avverso al coerenza politica e spesso son costretti a ricorrere a cure mercenarie.

Notizie correlate