Pd, ancora botta e risposta fra Palmieri e Lallone

AVELLINO – Pellegrino Palmieri rispedisce al mittente le accuse di Emma Lallone: “Per quanto riguarda la commissione di garanzia del PD, ci tengo a precisare, rispondendo ad Emma Lallone, che farebbe bene a sorvolare pietosamente sul tesseramento del partito, per com’è iniziato, per come sta procedendo e per come si appresta a terminare. La segretaria provinciale, nel manomettere la commissione di garanzia ha palesemente violato i seguenti articoli: art. 39 comma 3 dello statuto nazionale del Partito (commissioni di garanzia); statuto regionale della Campania (organi di garanzia); art. 31 (commissioni di garanzia provinciali); art. 4, comma 3 del regolamento nazionale e regionale delle commissioni di garanzia (composizione delle commissioni); dell’art 3 del Regolamento delle Commissioni di garanzia (chi vuole può controllare collegandosi hai seguenti link: www.pdcampania.it/statuto-regionale-del-partito.htm; www.pdcampania.it/attache/file/regolamento_commissioni_garanzia108089.pdf). Verba volant, scripta manent, la violazione è troppo palese per essere oggetto di discussione, non c’è niente da aggiungere, chi difende la scelta della segretaria difende un atto illegale, perpetrato ai danni di tutto il partito. Poi, per quanto riguarda i provvedimenti etici, per ora sono io quello che ne ha fatto richiesta e quando avremo la risposta spero sarete capaci di assumervi le vostre responsabilità dimettendovi”.

Notizie correlate