“Eleveremo dignità classe dirigente di Avellino”

“Eleveremo dignità classe dirigente di Avellino”
“Basta vedere i numeri per dire che Galasso è stato battuto al primo turno. Ma la vera questione è un’altra: c’è bisogno di elevare la dignità morale della classe dirigente al comune di Avellino”. Dopo la prima analisi del voto, Ciriaco De Mita torna a parlare e lo fa dalla città rilanciando l’impeg…

“Eleveremo dignità classe dirigente di Avellino”

“Basta vedere i numeri per dire che Galasso è stato battuto al primo turno. Ma la vera questione è un’altra: c’è bisogno di elevare la dignità morale della classe dirigente al comune di Avellino”. Dopo la prima analisi del voto, Ciriaco De Mita torna a parlare e lo fa dalla città rilanciando l’impegno per il ballottaggio a sostegno del candidato del centrodestra Massimo Preziosi. “Della città non si parla – continua il leader dell’Udc – si fa riferimento solo a storie che non si conoscono e a parlare è qualcuno che in vita sua non ha mai letto un libro. Anziché discutere di cose concrete – ha aggiunto De Mita – si insiste nel voler fare un referendum sul Corso di Avellino quando il vero problema sono le periferie dove c’è la gente che ha bisogno”. “Anch’io – parla sempre Ciriaco De Mita – sono stato consigliere comunle ad Avellino agli inizi degli anni Settanta. Già allora il problema vero era il rapporto tra vivibilità e abitabilità. Questo sindaco e i suoi picciotti continuano ad aggredire le persone, a dare giudizi come se fosser angeli sterminatori, ma dimenticano perà di guardarsi allo specchio la mattina”.

Notizie correlate