Sasso (pcl): Campagna elettorale gratificante

Sasso (pcl): Campagna elettorale gratificante
Ernesto Sasso, candidato PCL alla Provincia, in una nota parla della campagna elettorale che si appresta a terminare: “Ha rappresentato come sempre un impegno gravoso ma altresì gratificante, culminato con la conferenza stampa dello scorso lunedì alla quale ha partecipato il responsabile nazionale d…

Sasso (pcl): Campagna elettorale gratificante

Ernesto Sasso, candidato PCL alla Provincia, in una nota parla della campagna elettorale che si appresta a terminare: “Ha rappresentato come sempre un impegno gravoso ma altresì gratificante, culminato con la conferenza stampa dello scorso lunedì alla quale ha partecipato il responsabile nazionale del Partito, Marco Ferrando, che ha risposto con estrema sollecitudine alla richiesta dei compagni irpini di poterlo incontrare personalmente. A differenza degli altri partiti, abbiamo scelto di condurla cercando di non alzare mai troppo i toni e non ci siamo lasciati andare alla pratica fin troppo diffusa dell’affissione selvaggia, perché consapevoli che non occorre soltanto mettere in mostra una faccia più o meno bella per convincere la gente della bontà delle proprie idee; per ottenere voti servono i fatti e noi, grazie all’attuazione di un programma concreto ed attuabile mediante la fiducia che ci attribuiranno gli elettori, saremo in grado di proporli: solo in questo modo sarà possibile iniziare il cambiamento di cui tanto si sente il bisogno. Sappiamo di aver fatto il massimo, di aver agito in modo corretto e soprattutto di essere entrati nel modo giusto a contatto con la gente, con quelle persone comuni che sanno di poter ancora avere una speranza e che possono contare sul Partito Comunista dei Lavoratori come strumento per accedere alle istituzioni in modo sereno e garantista perché noi siamo un partito che vuole lavorare per la gente e non per se stesso, come la maggior parte delle altre formazioni politiche; abbiamo assicurato a tutti il nostro sforzo massimo per renderci partecipi delle esigenze comuni e, bisogna dirlo, abbiamo ricevuto in cambio molti attestati di stima che ci fanno ben sperare per un confortevole risultato elettorale. È stata senza dubbio una campagna di rottura con il passato, perché se da un lato i soliti noti non sono mancati al loro consueto appuntamento con il voto, dall’altro si è registrata la presenza di molti giovani che, spinti da motivazioni più o meno corrette, si sono proposti come alternativa a quella vecchia classe dirigente che tanto male ha fatto finora all’Irpinia. Ci auguriamo che questa presenza non sia soltanto un fatto occasionale ma che trovi radicamento nel tempo, perché di questi ragazzi c’è fortemente bisogno. Pur convinti di avere proposto idee e ragionamenti che veramente possano risolvere le problematiche della nostra Provincia, ci sentiamo in dovere di sperare che comunque vadano queste elezioni, coloro che risulteranno vincitori andranno a governare l’ Irpinia nel modo giusto, anteponendo gli interessi della comunità a quelli personali, anche se conoscendo certi personaggi sappiamo che questo nostro desiderio probabilmente rimarrà un’utopia; per questo scegliere il PCL significherà non disperdere il voto, ma investirlo in un progetto politico effettivo capace di risollevare le sorti dell’Irpinia”.

Notizie correlate