Caso meningite, è ricoverata in prognosi riservata la 21enne di Marzano di Nola

E’ ricoverata in terapia intensiva al Cotugno di Napoli la studentessa universitaria affetta da meningite. La giovane, 21 anni, è originaria di Marzano di Nola. Individuato il ceppo, si tratta di meningococco di tipo B.

La studentessa, iscritta al terzo anno del corso di laurea in «Beni Culturali e discipline delle arti e dello spettacolo», ha frequentato dal 27 Marzo al 5 aprile i corsi di «Laboratorio di Storia dell’Arte» e «Storia d’Arte contemporanea» nelle aule 16, 11 e 20 del dipartimento di Scienze dei Beni culturali, il 3 aprile l’aula Informatica della biblioteca umanistica. Per questo motivo, tutti coloro che sono stati presenti in questi ambienti e nelle stesse date sono stati invitati a rivolgersi al proprio medico di base per la prescrizione della profilassi, che consiste nella somministrazione, per alcuni giorni, di dosi di antibiotico.

L’ateneo universitario di Salerno, dal canto suo, ha annunciato di aver avviato “tutte le procedure previste dalle linee guida del Ministero della Salute, in collaborazione con il Servizio Prevenzione e Protezione e il Medico Competente dell’Ateneo” e che allo stato attuale “non emergono particolari fattori di rischio o preoccupazione per la comunità. Le attività didattiche rispettano il loro regolare svolgimento”. Solidarietà e vicinanza alla ragazza ed alla sua famiglia è stata espressa da tutta la comunità universitaria.

Ieri sera, intanto, un corteo silenzioso ha attraversato le strade di Marzano di Nola. Il primo cittadino, Trifone Greco, ha fatto visita alla ragazza ed ai familiari. Il medico si dice fiducioso. Ma ha sottolineato la gravità del caso.