Incendio a piazza Kennedy, 14enne ha appiccato le fiamme che hanno ferito clochard

E’ un quattordicenne il responsabile dell’incendio della casetta di pizza Kennedy che ha messo a rischio l’incolumità di un 40enne ucraino, senza fissa dimora , colpito da decreto di espulsione dal territorio dello Stato, che aveva trovato riparo all’interno della struttura per trascorrere la notte. (Leggi qui)

L’uomo, in stato di ebbrezza, non si era accorto dell’avvicinarsi delle fiamme, riportando lievi ustioni ad una gamba. Le indagini della Squadra Mobile hanno consentito di accertare che ad appiccare il fuoco è stato un minore di Avellino, 14 anni.

Il ragazzo ha utilizzato alcuni fazzolettini di carta imbevuti di alcol, lanciati poi contro la casetta, senza rendersi conto delle conseguenze che avrebbe potuto causare. Alla base del gesto ci sarebbe una prova di audacia alla quale il 14enne sarebbe stato fidato da alcuni coetanei. Il minore è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Napoli.

Sono in corso ulteriori indagini per verificare eventuali responsabilità e complicità di altri minorenni presenti sul posto con il giovane autore del reato.

Notizie correlate