Inchiesta Aias, rigettata la richiesta di dissequestro dei conti correnti

Inchiesta Aias, rigettato il dissequestro dei conti richiesti da Annamaria Preziuso e Antonio Nigrelli, due degli indagati nell’inchiesta. E finite al centro di un’indagine della Procura di Avellino per truffa, riciclaggio, malversazione ai danni dello Stato e peculato. Dieci le persone sotto inchiesta fra le quali Annamaria Scarinzi, moglie di Ciriaco De Mita, sottoposta all’obbligo di firma. L’ex presidente di Aias, Gerardo Bilotta, è invece finito ai domiciliari. A Nigrelli e alla Preziuso erano stati sequestrati dei soldi sui conti correnti.

A carico di Annamaria Preziuso l’ipotesi di reato è di riciclaggio. Per Antonio Nigrelli è ipotizzata la malversazione ai danni dello stato in concorso con le figlie di De Mita, Simona e Floriana, la Scarinzi e Marco e Massimo Preziuso.

Notizie correlate